Come prepararsi alle imminenti novità di LinkedIn


Mirko Saini
Come prepararsi alle imminenti novità di...
Mirko Saini

Mirko Saini

In mezzo a voi dal 1972, sposato con Anna, 4 figli.
Triathleta con il rugby nelle articolazioni.
LinkedIn & Social Selling Specialist
Mirko Saini

In questi giorni ho ricevuto non poche inmail da parte di alcuni di voi che mi chiedevano lumi riguardo alla nuova interfaccia grafica di LinkedIn. Il tenore era più o meno lo stesso. Tenore che riassumerei in “Mirko, dove cavolo hanno messo quella tal funzione?”.

Premetto che non sono tra i fortunati che hanno potuto apprezzare (o maledire) la nuova interfaccia, e per questa cosa sto giusto andando da uno psicoterapeuta. Leggendo però post di colleghi d’oltreoceano e smanettandoci qualche minuto grazie ad un cliente, da quel che ho letto e visto posso riassumere i cambiamenti in due grosse categorie:

  • bug momentanei che suppongo andranno risolvendosi nel giro di qualche giorno (si spera)
  • modifiche sostanziali con alle spalle una chiara strategia di marketing.
Sulle prime non ci perderei nemmeno un secondo per concentrarmi invece sulle seconde cercando di spiegarti perché sono state approntate ma sopratutto come ridurre l’impatto di queste sulla nostra operatività quotidiana al minimo.

Le modifiche di cui ti parlerò riguardano essenzialmente la scomparsa di due funzioni (roba da “Chi l’ha visto?” insomma):

  1. la Ricerca Avanzata e la possibilità di salvare le Ricerche;
  2. la Relationship Tab e quindi l’impossibilità di Taggare i propri contatti.
Prima di gridare al complotto e allo scandalo ti chiedo questo: le utilizzavi prima? Sapevi almeno della loro esistenza? Perché è si vero che tra poco non ci saranno più ma è anche vero che pochi conoscono o sanno utilizzare come Dio comanda queste due funzioni. Se provo spannometricamente a calcolare la percentuale di chi tra i miei corsisti (nel 2016 tra corsi e aziende ho visto quasi 300 persone) le conosceva prima del corso, ti posso dire che non ci avviciniamo al 10%, forse meno. Ed comunque vedo professionisti, manager, imprenditori che avevano un approccio curioso e pro-attivo verso la piattaforma anche prima del corso, se no col cavolo che li avrei visti in aula.

Quindi è chiaro come le ultime modifiche fatte da LinkedIn andranno ad impattare esclusivamente tra gli utilizzatori di LinkedIn più skillati e quindi più propensi eventualmente ad investire in account premium per poter continuare a usufruire di queste funzioni. Pirla-pirla quelli di LinkedIn (e ora Microsoft) proprio non sono 😉

E qui veniamo al primo punto. Si, perché come avrai intuito queste funzioni spariranno dal bouquet di funzioni degli account basic per divenire esclusiva dei profili premium. Volete che vi dica la mia? Nulla di nuovo sotto il sole. LinkedIn non è una onlus e chi lo utilizza per fare business dovrà sempre di più abituarsi all’idea che come qualsiasi altro strumento di lavoro andrà pagato (telefono, auto, pc etc etc).

Risolto il tema pseudo etico del “complotto” veniamo a parlare di come rendere queste assenze il meno impattanti possibili per chi che ancora non si sente pronto per fare il grande passo verso l’account premium (a tal proposito rumor suggeriscono che anche in quel settore vi sarà una forte rimodulazione dei pacchetti e delle funzioni contenute in ognuno di essi).

La scomparsa della Ricerca Avanzata

Vero! Senza i parametri di profilazione della Advanced Serach i risultati di ricerca sono sempre stati un disastro. Impossibile trarre un minimo giovamento. Vero anche che se non si utilizzavano i modificatori di ricerca Booleani (ne ho parlato mesi fa in questo post), quello che LinkedIn restituiva sembrava un passato di verdure dove non è possibile distinguere una carota da un fagiolo. Da quel che sembrerebbe i Boolean Search continueranno (o continuano, per chi già ha la nuova versione) ad essere disponibili. Quindi “Keep Calm and use the Boolean Serach”.

Relationship Tab e i Tag. Una scomparsa annunciata da tempo.

Vado a memoria ma mi sembra di ricordare che i primi post dove si preannunciava la dipartita per gli account basic della Relationship Tab e dei Tag, fossero comparsi già prima dell’estate se non a primavera. Inoltre i più attenti avranno già notato come Linkedin nelle ultime settimane suggeriva una procedura per salvare i Tag associati ai propri contatti per poterli importarli in Sales Navigator. Se sei intenzionato a fare il grande salto, a questo link trovi la procedura ufficiale.

Se invece non li hai mai utilizzati, non hai per il momento voglia di passare ad un profilo premium ma sei incuriosito da questa funzione che, tra l’altro, ho sempre trovato utilissima (se ti va ne parlo in questo post) ti voglio suggerire questa estensione di Chrome che fa le medesime cose (in realtà ne fa anche di più ma su un paio di queste ci andrei con i piedi di piombo nell’utilizzarle).

Credo sia la prima volta che suggerisco una di queste estensioni o di questi tool esterni che si interfacciano con LinkedIn. Nel corso degli anni ne ho trovate, analizzate, provate all’incirca una ventina. Premetto che non ci sono strumenti cattivi o strumenti buoni ma solo buoni o cattivi modi di utilizzarli ma sono sempre stato restio dal parlarne e suggerirli perché sono profondamente contrario ad ogni tool che abbia anche lontanamente il sapore della scorciatoia, semplicemente perché le scorciatoie non funzionano, mai e noi italiani, per cultura, siamo bravissimi nel trovarle.

Detto questo torniamo al tool (estensione di Chrome) in oggetto: si chiama Dux-Soup . (vedasi foto. PS. Gloria mi perdonerà per aver preso in prestito il suo profilo per lo screenshot)

Come prepararsi alle imminenti novità di LinkedIn_01

Fa esattamente la stessa cosa che fino ad ora faceva la Relationship Tab. Vi permette cioè di inserire Tag ad ogni profilo in LinkedIn (non solo i vostri contatti o i lead salvati in Sales Navigator) e vi permette quindi di ritrovare, tramite ricerca per Tag, i profili taggati.

Per il momento credo possa bastare ma prometto che appena LinkedIn si degnerà di far avere anche a me la nuova interfaccia grafica, tornerò sull’argomento con un secondo post. 😉

Show Comments (3)

Comments

  • Angelo

    Buongiorno Mirko,
    complimenti per il sito innanzitutto.

    Grazie in primis a Linkedin per l’opportunità e i benefici che ha portato, sta portando e porterà.

    Detto questo, visto che adesso abbiamo la nuova versione anche in Italia di Linkedin, in effetti leggendo il post trovo conferma che la ricerca avanzata è sparita, era una funzione che trovavo utilissima! Io ho l’account premium ma non sono riuscito a trovarla. Una sorpresa in negativo a mio parere, non condivido per niente l’aver tolto una funzionalità così importante.

    Graficamente poi non mi piace ma qui è questione di gusti 🙂 un blu scuro quasi notte sembra un po’ istituzionale, rende il sito più serioso.

    La navigazione la trovo molto più lenta, per caricare le pagine ci mette veramente un sacco.

    E poi mi sembra hanno messo maggiori “blocchi” e pause durante la lettura del profilo: si devono cliccare più volte i titoli dei menu (esperienze, competenze, formazione, per andare a vedere cosa c’è scritto dentro intendo). Prima se ricordo bene era tutto più visibile già da subito.
    Gli allegati al profilo non si vedono più adesso, chi ha slides infografiche con tanto di allegati e colori adesso per mostrarli deve aspettare che il visitatore clicchi sul titolo della sezione, altrimenti ciao! Come user experience non mi piace, gli utenti devo cliccare più volte per vedere un profilo quando prima bastava molto meno (quindi molto tempo perso in più).

    Le mie considerazioni riguardano l’esperienza avuta con i menu PROFILO, RICERCA, HOME.
    Sarebbe interessante conoscere un suo parere.
    Grazie, un saluto

    • Article Author
    • Rispondi
    • Mirko Saini

      Ciao Angelo, no ni. per fortuna la ricerca avanzata non è sparita. Non c’è più il link a lato box ma ci sono sempre tutti i filtri. Devi prima inserie la keyword per la ricerca nel box, dare invio e poi puoi filtrare con la ricerca avanzata. Ora i filtri sono a destra e non più a sinistra.

      • Article Author
      • Rispondi
      • Angelo

        Mirko grazie per la risposta tempestiva ma sulla destra compaiono solo i filtri tradizionali. Io ho l’account premium e quelli della ricerca avanzata (tipo FUNZIONE AZIENDALE ma ce n’erano anche altri che adesso non ricordo) non ci sono più ;-(

        Ci sono solo i filtri utilizzabili per la ricerca gratuita, ma adesso ho letto sotto:

        “Vuoi migliorare la tua ricerca? Effettua l’upgrade a Sales Navigator o Recruiter per sbloccare 10 ulteriori filtri, tra cui Funzione e Anni di esperienza”.

        In pratica chi paga il Premium non ha più diritto a questi filtri. Ho scritto al supporto Linkedin, dovrebbero abbassare il prezzo a questo punto.

        Sarebbe stato utile anche una “loro” guida ufficiale appena entrati ben evidente per conoscere le novità di questa versione, ho letto però che la stai preparando tu 🙂 Ottima idea!

        • Article Author
        • Rispondi

Related Articles

FAQ Tools

LinkedIn Relationship Tab – cos’è e come utilizzarla

Mirko Saini

Mirko Saini

In mezzo a voi dal 1972, sposato con Anna, 4 figli.
Triathleta con il rugby nelle articolazioni.
LinkedIn & Social Selling Specialist
Mirko Saini
Ti sei mai domandato chi tra i tuoi contatti è un tuo cliente o chi invece ha le caratteristiche per esserlo in futuro? Ti sei mai chiesto come è possibile gestire il tuo...

Posted on by Mirko Saini
Strategy

Che cosa è la funzione Altri profili consultati di LinkedIn e come trarne vantaggio

Mirko Saini

Mirko Saini

In mezzo a voi dal 1972, sposato con Anna, 4 figli.
Triathleta con il rugby nelle articolazioni.
LinkedIn & Social Selling Specialist
Mirko Saini
Ti sarai accorta/o che sul tuo profilo come in quello degli altri nella colonna di destra c’è la funzione Altri profili consultati di LinkedIn. No, non fa riferimento alla...

Posted on by Mirko Saini