19 elementi per coinvolgere gli utenti sul web


Mirko Saini
19 elementi per coinvolgere gli utenti sul...
Mirko Saini

Mirko Saini

In mezzo a voi dal 1972, sposato con Anna, 4 figli.
Triathleta con il rugby nelle articolazioni.
LinkedIn & Social Selling Specialist
Mirko Saini

19 elementi per coinvolgere gli utenti sul web

Come posso aumentare i like, le condivisioni, i commenti alla mia pagina, i miei post? Quali sono gli elementi per coinvolgere gli utenti sul web? Queste sono le domande che chi ha a che fare col web si è posto almeno una vota.

Prima di venire al punto voglio ringraziare Riccardo Scandellari per avermi fatto conoscere, col suo libro, questo studio (The Science of Engagement) realizzato da Weber Shandwick dove si illustrano i risultati di una ricerca effettuata per comprendere come funzionino i meccanismi dell’engagement. Come si realizzino tutte quelle condizioni per spingerci a compiere una determinata azione sia che si tratti di dare un semplice Like ad un post sul nostro social network preferito o che si parli di un acquisto on line.

Ecco gli elementi per coinvolgere gli utenti sul web:

1# Accesso

Parliamo della facilità a raggiungere una determinata cosa, un vantaggio. La disponibilità a raggiungere facilmente un vantaggio, senza impegno o che abbia una gran convenienza, o a basso costo. Il cervello pondera il minimo “costo” richiesto della azione in funzione del “vantaggio” che se ne acquisisce.
ES: “Scarica qui l’ebook” o “visualizza gratis la prima di 3 lezioni…”

2#Estetica

Teniamo a mente che gli occhi sono per noi il canale primario col quale veniamo in contatto col mondo esterno. Il bello cattura la nostra attenzione da sempre e inconsciamente richiamano all’azione.
ES: Il bello (foto di panorami mozzafiato) cattura l’attenzione.

3# Associazione

Il ricordo qui gioca u ruolo fondamentale. Il richiamo ad una esperienza fatta, positica o negativa, è un forte richiamo. Uno stimolo all’attenzione poi all’azione.
Es: musica: che cosa ricorda alla stragrande maggioranza degli italiani la canzone degli WhiteStripes (“pooo, poropopooo, poporopopooo”) se non il campionato mondiale vinto in Germania nel 2006?!

4# Appartenenza

“L’uomo è un animale sociale” (Aristotele).Basta questo per comprendere e farci ricordare quanto in ognuno di noi ci sia la voglia di sentirsi appartenenti a qualcosa, a qualche gruppo.
ES: è su questo che brand come Harley Davidson o Apple giocano: il sentirsi parte di una tribù comprando i loro prodotti. Ed è su questo che i grandi club sportivi fanno leva per la vendita del loro merchandising.

5# Desiderio

Il Desiderio può essere visto come il vuoto che deve essere riempito dentro di noi. Il nostro cervello, posto di fronte ai giusti stimoli positivi reagisce con produzione di dopamina che ci spinge a colmare il gap creatosi.
ES: gli acquisti d’impulso negli autogrill mentre raggiungiamo l’uscita percorrendo quei tragitti a ziz zac tra gli scaffali, secondo voi su cosa fanno leva?

6# Empatia

Probabilmente il fattore più complesso da mettere in pratica scientemente. E’ la capacità di relazionarsi col prossimo. Di far sentire l’altrui partecipe con quel che diciamo o facciamo quasi fosse detto o fatto da lui.
ES: Quando un genitore, guardando un servizio al telegiornale che parla di bambini, si sente toccato nel vivo, quasi nell’anima. Come se stessero parlando di lui, di suoi figli.

7# Potenziamento

Migliorare se stessi. Grandissima leva che spinge ognuno di noi ad apprendere ma anche a comprare. Non necessariamente Potenziare, Migliorare se stessi qui ha un accezione etica o moralistica. E’ intesto come un miglioramento di status sociale e la percezione di cosa è lo status sociale differisce in ognuno di noi. Miglioramento può essere percepito come l’acquisto di un libro ma anche l’acquisto di un capo di abbigliamento.
ES: “The Boss si Back”: claim utilizzato da BMW per il ritorno del X5 fa leva su questo. Elevare il proprio status sociale e come gli altri ci percepiranno tramite l’acquisto di una X5.

8# Fuga

E chi di noi stando davanti al pc almeno o una volta non ha desiderato esser da tutt’altra parte? Le persone usano l’immaginazione per trasportare se stessi in situazioni che, per esempi, allentino lo stato di stress che stanno vivendo.
ES: troppo semplice ricordare qui ciò che evoca in ognuno di noi la foto di un bellissimo resort alle Maldive che ogni tanto appare sul nostro newsfeed di Facebook facendoci fantasticare ed evadere per qualche secondo. Quindi parafrasando Archimede vi dico “datemi un elemento di evasione ed io vi sposterò il Mondo”

9# Esperienza

Intesa come routine, come abitudine quasi quotidiana. Anche il più “vagabondo” di noi ha bisogno di punti fermi. Siate costanti, presenti. Il nostro cervello è programmato per ricercare situazioni che ci abbiano fatto stare bene. Quindi fate in modo che possiate divenire una piacevole abitudine (per esempio leggere i vostri post al mattino) e il lettore vi seguirà.

10# Gregge

Le persone seguono la folla. In generale: la possibilità di riconoscere negli altri le nostre aspettative, i nostri interessi e i nostri desideri rafforza in noi stessi le norme sociali che abbiamo costruito. Ci fa sentire al sicuro, capiti e anche nel giusto.
Es: organizzate un flash-mob. Se centrerete il tema corretto avrete fatto bingo

11# Integrità

Leggendo i giornali non lo direste. Eppure si! Valori come onestà, integrità smuovono ancora le masse. Ma attenzione! Per stimolare nell’altro questi valori è necessario il rapporto di reciprocità. Ciò che gli anglosassoni chiamano “mirroring of values”. Il nostro cervello tende per natura a ricercare la coerenza per eliminare tutte quelle situazioni di pericolo, di minaccia.

12# Intrigo

Dietro ad ogni fenomeno che non comprendiamo il nostro cervello cerca di colmare l vuoto creatosi riempiendolo con spiegazioni, più o meno plausibili. L’intrigo è una forte leva. Se riusciamo a creare mistero, creeremo la voglia di comprenderlo, di colmare il vuoto che crea.
Es: pensate a questa leva la prossima volta che dovrete scrivere e scegliere il titolo per u vostro articolo o più banalmente provate a pubblicare un indovinello.

#13 Coinvolgimento

Le persone tendono a dare maggior valore alle cose se ci hanno investito tempo e risorse. E’ la tendenza dell’uomo a voler controllare ciò che ci circonda tramite il coinvolgimento, “il fare” in prima persona. Ed è l’effetto Ikea. Volete mettere la soddisfazione nel ammirare un bel mobile in casa montato con il sudore della nostra fronte! Impagabile.

#14 Significato

Fornisce alle persone una direzione, una rotta da seguire come una stella polare. Cerchiamo il significato in ogni cosa. Se viene fornito sia abbatte un grosso ostacolo verso l’azione. Se ti do un motivo reale, concreto e giusto del perché tu debba fare qualcosa è altamente probabile che la farai. Il Significato conforta nelle scelte. “L’ho fatto perché ha un senso. Perché è giusto farlo”.

#15 Novità

Non c’è nulla come il nuovo, la novità per spingere le persone ad aver voglia di distinguersi dalla massa. Attenzione! Ricordate gli altri punti? Appartenenza, Integrità e Significato? Non date alla novità la caratteristiche del salto nel buio. Nessuno vi seguirà. Ma se date un opzione, senza rischi, per distinguersi dalla massa la prenderanno e vi seguiranno. Oltretutto facendosi vanto della scelta, condividendo la scelta vantandosi e innescando così per voi un forte effetto virale.

#16 Piacere

Il piacere è il risultato sensoriale derivante da uno stimolo. Il raggiungimento di un obiettivo. Viene dopo che il “Io Voglio” ha innescato i processo, il desiderio al raggiungimento.
Es: il sesso, il cibo, o la vincita ad una poker machine (ahimè)

#17 Rispetto

Il rispetto, per averlo, richiede la condivisione di principi e valori comuni. Non lo si ottiene con un post, ma con la costanza. Giorno dopo giorno. Come nella vita reale. Nel marketing, una scorciatoia, la si può ottenere associando il proprio brand a personaggi, sportivi e non, che hanno avuto successo e il rispetto della platea a cui vogliamo rivolgerci.
Es: Atleti che hanno raggiunto obiettivi sportivi importanti. Imprenditori visionari e di successo (Steve Jobs?!)

#18 Valori condivisi

Riconoscere nell’altro che abbiamo gli stessi obiettivi da raggiungere. Che siamo sulla stessa barca. Quasi che si sta remando assieme nella medesima direzione. Le “Community” o un progetto open sourse, dove tutti sono chiamati a partecipare per il raggiungimento di un obiettivo comune. I valori condivisi spingono le persone a investire maggiori risorse. L’importanza dei valori condivisi e della necessità di cercarli e condividerli è un altro aspetto della socialità dell’uomo di cui parlavo al punto #4.

#19 Totem Sociali

Permettono l’aggregazione di persone che in assenza di questi, avrebbero in realtà poco in comune. Sono argomenti capaci di generare comunanza traversale. Sono in grado di attraversare archi di categorie sociali ampi. Tifare per il Milan, accomunava Berlusconi a Bertinotti per esempio. Il totem sociale è in grado di abbattere barriere anche culturali molto radicate e complesse.

Ora non ti resta che incrociare e creare con i tuoi contenuti questi elementi. Facile, no?! 😉 Tornando seri credo che questo studio sia fondamentale per che ogni giorno vuole creare un rapporto solido e proficuo col proprio pubblico.
E un ultimissima cosa. Ma molto importante. Vuoi fare un favore a te stesso? Leggi questo libro: “Fa di te stesso un brand” di Riccardo Scandellari. Si che tu faccia il web marketer, l’imprenditore o l’avvocato devi leggerlo. Troverai diversi spunti per migliorare le tua capacita di PR on line. Qui trovi il link al suo blog e come e dove comprare il testo. Buona lettura.

Show Comments (0)

Comments

Related Articles

Strategy

LinkedIn e la Sindrome di Gollum (asimmetria informativa)

Mirko Saini

Mirko Saini

In mezzo a voi dal 1972, sposato con Anna, 4 figli.
Triathleta con il rugby nelle articolazioni.
LinkedIn & Social Selling Specialist
Mirko Saini
“Mio tessssoro!” Se hai letto la trilogia o visto i film te lo ricorderai. Gollum è sicuramente il personaggio più controverso creato da Tolkien. Perennemente in...

Posted on by Mirko Saini
Strategy

Il contenuto come Ricompensa per il tuo pubblico in LinkedIn

Mirko Saini

Mirko Saini

In mezzo a voi dal 1972, sposato con Anna, 4 figli.
Triathleta con il rugby nelle articolazioni.
LinkedIn & Social Selling Specialist
Mirko Saini
In questi giorni stavo riordinando alcuni appunti salvati in Evernote che parlano di neuromarketing e influencers Marketing. Li avevo salvati aggiungendo note e considerazioni in...

Posted on by Mirko Saini